Tiburon, che storia ! : il Brivido dell’ Imprevisto

POSTED IN Portfolio 30 luglio 2007

Si parlava con Stefano, che ha avuto la bella ( o cattiva ) idea di ingaggiarci per animare la sua Festa di Matrimonio il prossimo 26 Agosto, della nostra esperienza maturata negli anni che ci permette di capire, praticamente sempre, quale piega può prendere una serata e come intrattenere gli ospiti facendogli ascoltare quello che vogliono ascoltare, in modo da non scontentare praticamente nessuno, così che tutti possano avere un bel ricordo della festa e, perché no, anche di noi !

E, esperienza per esperienza, mi vengono subito in mente due imprevisti dai quali siamo usciti a testa alta :

26.6.1999 – Garda (VR)

Durante la serata, Luca ( all’epoca nostro animatore ufficiale, mentre noi eravamo a tutti gli effetti “i musicisti”, io alle tastiere e Ale alla chitarra ), posa il suo bicchiere di birra sul ripiano sopra la tastiera di Diego, il nostro direttore artistico che aveva tutte le basi, con le quali poi noi suonavamo, registrate su floppy disk.

Un attimo di euforia in più e il Luca sbatte con il braccio contro il bicchiere che si rovescia sui dischetti delle basi e sulla tastiera di Diego! E’ la fine ! Non funziona più niente ! Panico totale ! Allora rovisto nel mio cassone portatutto e trovo due o tre dischetti che però contengono canzoni tipo “ Canzone Intelligente” di Cochi e Renato e “Ufo Robot”, sigla TV dell’omonima serie di cartoni animati giapponesi degli anni 70 ! Allorché gli invitati sollevano lo sposo in aria e lo portano in giro per tutto il ristorante al grido di “ Si trasforma in un Razzo Missile” ! Serata conclusa in bellezza, anche se Diego, dopo quel fatto, ha praticamente lasciato i Tiburon ! Per anni abbiamo usato Ufo Robot come sigla finale dei nostri spettacoli e talvolta “ il volo “ è toccato anche alla sposa !

3.9.2000 – Peschiera del Garda (VR)

A sostituire la tastiere multifunzione di Diego, arriva il più dinamico e compatto “computer portatile” di Ale, il quale, durante il trasporto dal furgone alla sala da pranzo all’interno di uno zaino, finisce accidentalmente per terra! Il computer funziona ancora ma non si riesce a sentire l’audio. E allora Ale fa al volo una copia delle canzoni su floppy disk, inseriamo questi nella mia tastiera e le suoniamo così. Con l’unica pecca che la mia tastiera non ha la funzione Karaoke su schermo e quindi potevo leggere solo io le parole ( a meno che qualcuno non mi si sedesse in braccio e guardasse nel piccolissimo display in dotazione! ). E allora la tastiera suonava la musica e il PC, adeguatamente sincronizzato da Ale, faceva vedere le parole a noi e a tutti gli invitati. La sincronizzazione del testo con la musica ha tolto ad Ale 6 mesi di vita ! Ma la parte più divertente è che il computer non s’era fatto nulla ! Il problema era che prendendo in mano il Modulo Sonoro, “qualcuno” ( per me : Ale ! ) aveva spostato una levetta e per questo non si sentiva più nulla !

Che storia !

Fabio, il Fritz.

You must be login to post a comment. Click to login.

Loading